“Buongiorno Avvocato, sono imputato in un procedimento penale ma non ho i soldi per pagare la mia difesa, cosa devo fare?”

Andrea

Gentile lettore, in questo caso non ti devi preoccupare.

Infatti, nel caso in cui tu non possa permetterti di pagare un avvocato per la tua difesa, sarò lo Stato a farlo per te.

Per essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato è necessario che il richiedente sia titolare di un reddito annuo, risultante dall’ultima dichiarazione, non superiore a Euro 11.528,41

Fai attenzione, se vivi con il coniuge o con altri famigliari, nell’importo di Euro 11.528,41 devi considerare anche i redditi conseguiti da ogni componente della famiglia; quindi tale importo dev’essere aumentato di Euro 1.032,91 per ognuno dei familiari conviventi.

Per essere ammessi al gratuito patrocinio, è necessario presentare un’apposita istanza sottoscritta personalmente, autenticata dal difensore (autentica di firma) e depositata presso la cancelleria del Giudice competente.

I documenti necessari per essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato sono:

– la domanda di ammissione in carta libera, firmata in originale e sottoscritto dal difensore.

– lo stato di famiglia;

– la propria dichiarazione dei redditi.

Il Giudice provvede entro 10 giorni dal deposito dell’istanza.

Avv. Francesco D’Andria

Condividi:

Tag:

Informazioni sull'autore

Torna in alto
Avvocato penalista Milano Francesco D'andria

Sei accusato di un reato?

Scopri subito come difenderti nel processo penale.
Scrivimi qui
1
Desideri fissare una consulenza?